logo_coopculture
Attivitá

Attivitá

Home > Attivitá

Firenze


Domenica 14 aprile – ore 15.30  

Perché questa sera è diversa da tutte le altre sere: la Pasqua ebraica

Pesach è la grande festa che celebra la liberazione del popolo ebraico dalla schiavitù in Egitto, per approfondire la conoscenza della ricorrenza e le ritualità a questa collegate il Museo ebraico propone una visita guidata a tema, aperta a grandi e piccoli.

Durante la visita si scoprirà la ritualità del “Seder” la tipica cena pasquale con i suoi racconti, canzoni, piatti e tradizioni; una cena speciale, dal grande significato simbolico, che propone alimenti precisi secondo un determinato ordine nei piatti dei commensali

Prenotazione consigliata entro le 12 di venerdì 12 aprile al numero 055 2346654 o mail a sinagoga.firenze@coopculture.it. Numero di partecipanti limitato.

[Costo: 10,50 per gli adulti, 9 euro per ragazzi sopra i sei anni e studenti fino a 25 anni, gratuito fino a 6 anni]


Giovedì 25 aprile ore 11 – ore 15 – ore 16 

Visita guidata alla Sinagoga e al Museo ebraico

Occasioni speciali di visita per un approfondimento fra arte, storia e architettura della Sinagoga e della Comunità Ebraica fiorentina.

Prenotazione consigliata al numero 055 2346654 o mail a sinagoga.firenze@coopculture.it. [Costo: 10,50 per gli adulti, 9 euro per ragazzi sopra i sei anni e studenti fino a 25 anni, gratuito fino a 6 anni]


EVENTI PASSATI:

Giovedì 14 febbraio – ore 11

Domenica 17 febbraio – ore 11  

Visite guidate speciali a tema alla Sinagoga e al Museo ebraico

Due visite speciali a tema che approfondiscono i collegamenti fra rapporto di coppia, amore coniugale e la sessualità nell’ebraismo attraverso oggetti del museo, come antichi contratti matrimoniali e antichi asciugamani per il bagno rituale.

Prenotazione obbligatoria entro martedì 12 febbraio al numero 055 2346654 o mail a sinagoga.firenze@coopculture.it. La visita guidata si attiva con un minimo di 10 partecipanti.

[Costo: 9 euro a persona, gratuito fino a 6 anni]


Domenica 20 gennaio – ore 11.30 e ore 15

Giuseppe Verdi, il risorgimento e il sionismo

Visite guidate a tema, con approfondimenti sull’intervento delle comunità ebraiche alla causa del Risorgimento italiano, ai legami con la cultura dell’epoca e il nascente movimento sionista.

Prenotazione consigliata entro giovedì 17 gennaio al numero 055 2346654 o mail a sinagoga.firenze@coopculture.it.

[Costo: 9 euro a persona, gratuito fino a 6 anni]


Domenica 13 gennaio – ore 11 e ore 15

Visite guidate alla Sinagoga e al Museo ebraico

Occasioni speciali di visita per un approfondimento fra arte, storia e architettura della Sinagoga e della Comunità Ebraica fiorentina.

Prenotazione consigliata al numero 055 2346654 o mail a sinagoga.firenze@coopculture.it oppure presentarsi in biglietteria 10 minuti prima dell’orario di inizio (fino a esaurimento posti).

[Costo: 9 euro a persona, gratuito fino a 6 anni]


Domenica 23 dicembre – ore 11 / ore 12 / ore 15

Visite guidate alla Sinagoga e al Museo ebraico

Occasioni speciali di visita per un approfondimento fra arte, storia e architettura della Sinagoga e della Comunità Ebraica fiorentina.

Prenotazione consigliata al numero 055 2346654 o mail a sinagoga.firenze@coopculture.it oppure presentarsi in biglietteria 10 minuti prima dell’orario di inizio (fino a esaurimento posti).

[Costo: 9 euro a persona, gratuito fino a 6 anni]

Siena


Itinerari ebraici in Italia: scopriamo la sinagoga di Siena

Ogni lunedì, giovedì e domenica visite guidate ogni mezz’ora dalle ore 10.45; ultimo ingresso ore 16.45. Costo attività, comprensivo di ingresso e visita guidata, 4 euro, 3 euro ridotto, biglietto famiglia (2 adulti e 2 minori) 10 euro.

Info 0577 271345, sinagoga.siena@coopculture.it


EVENTI PASSATI:

Giovedì 14 febbraio ore 17

Presentazione di 1938, Storia, Racconto, Memoria

La presentazione di questo  volume vuole offrire un  momento di riflessione pubblica a conclusione  delle due mostre  “Voci di carta. Le leggi razziali nei documenti della città di Siena” ( 26 ottobre 2018 -15 febbraio 2019) allestita presso l’Archivio di Stato di Siena e  “In viaggio. La deportazione nei lager (13 gennaio -10 febbraio 2019) allestita presso la Sinagoga di Siena

ll volume, curato da Simon Levi Sullam con una postfazione di Martina Mengoni e  pubblicato da Giuntina a ottant’anni dalla promulgazione delle leggi razziali, unisce scrittori e storici in una sorta di laboratorio sul futuro della Memoria.Tredici  racconti scritti da  Eraldo Affinati, Giulia Albanese, Enrica Asquer, Viola Di Grado, Carlo Greppi, Helena Janeczek, Bruno Maida, Federica Manzon, Andrea Molesini, Vanessa Roghi, Igiaba Scego, Chiara Valerio, Alessandro Zaccuri, affrontano la ricostruzione e trasmissione del passato a partire da documenti ed eventi reali, legati alle persecuzione dei diritti da parte del regime fascista.Come possono oggi nell’era della “post-memoria” i “testimoni secondari” e indiretti, narrare fatti tremendi di cui non sono stati protagonisti? Quale rapporto intercorre  tra letteratura e storia, tra fiction e documentazione storica?  Ne parlano Vanessa Roghi, coautrice dell’antologia e Martina Mengoni, che ha scritto la postfazione.


Fino a domenica 10 febbraio 

In viaggio. La deportazione nei lager

La mostra documentaria e fotografica promossa da Comunità Ebraica di Firenze e Istituto storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Pistoia con la collaborazione di CoopCulture

L’allestimento, realizzato originariamente in occasione della Giornata della Memoria 2017 a Pistoia, si arricchisce nell’esposizione senese di un percorso di narrazioni sonore. In dieci pannelli la mostra ripercorre l’esperienza degli ebrei deportati attraverso i loro racconti, mostrando come il viaggio fosse già una tappa dell’assassinio, mediante la morte dei più deboli e soprattutto tramite l’annullamento della personalità di quanti venivano considerati non più esseri umani, ma oggetti. Tra le tante parole dei pochi sopravvissuti che tramandano memoria dell’esperienza di deportazione, sono state scelte le più rappresentative ed esemplari, per diversità di origine e vicenda vissuta dai deportati, notorietà di alcuni e viceversa racconti semi sconosciuti perché resi da testimoni ‘nuovi’ che hanno rilasciato poche interviste e solo negli ultimi anni, persone sia straniere sia italiane, ebrei vissuti e deportati anche da piccole realtà toscane, tra cui Siena.

L’esposizione, a cura degli storici Sara Valentina Di Palma e Stefano Bartolini, resterà aperta fino al 10 febbraio ed è visitabile nei giorni domenica, lunedì e giovedì dalle 10.45 alle 16.45. È possibile prenotare visite guidate alla Sinagoga e alla mostra anche in orari diversi.

La mostra è libera, accesso e visita alla Sinagoga 4 euro, 3 euro studenti.


Fino al 15 febbraio 2019

mostra documentaria, Archivio di Stato di Siena

Il progetto è realizzato dall’Università degli Studi di Siena in collaborazione con l’Archivio di Stato di Siena e CoopCulture all’interno del programma Memoria della Regione Toscana, con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione Generale Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana, della Comunità Ebraica di Firenze e Siena e della Fondazione Centro Documentazione Ebraica Contemporanea CDEC – Onlus.

Visite libere dal lunedì al sabato alle 9.30, alle 10.30 e alle 11.30;

visite guidate per scuole e gruppi dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 12.30, in collaborazione con CoopCulture.

Archivio di Stato www.archiviodistato.siena.it

Coopculture © 2014

C.so del Popolo 40 | Mestre (VE) 30172 | Par. IVA 03174750277 | www.coopculture.it