Attivitá
logo_coopculture

Attivitá

Home > Attivitá

Firenze


Mercoledì 19 aprile – ore 15,30

Alla corte del Re Salomone

Un laboratorio allegro e divertente per scoprire una delle personalità più conosciute di tutta la storia ebraica: il re Salomone, famoso per la sua saggezza e per aver costruito il magnifico Santuario di Gerusalemme.

Dopo aver letto insieme le sue avventure e le leggende che lo riguardano, bambini e adulti insieme si trasformeranno in artigiani di bottega per realizzare con maestria lavori manuali intagliando piccole lastre di rame. Al termine dell’attività una bella merenda aspetterà tutti i partecipanti.

Attività nel giardino ottocentesco, in caso di maltempo in aula didattica

Costo: 7 euro, biglietto famiglia 13 euro (2 adulti, da 1 a 3 bambini), gratuito fino a 6 anni.  Prenotazione consigliata

 


EVENTI PASSATI:

domenica 19 marzo ore 11.30 

Storie di donne e di intrighi nella Torà: la regina Ester.

L’importanza della donna nell’ebraismo e il racconto di una delle grandi figure femminili della Bibbia, sono il filo conduttore del tour all’interno del Museo che si soffermerà sulla presentazione della Meghillat Ester (Rotolo di Ester). Una visita guidata dedicata al coraggio e alla forza della regina Ester e alla centralità del suo ruolo all’interno della festa di Purim.

costo attività: 7 euro

domenica 12 marzo ore 15.00

Purim, e per gli ebrei ci fu luce, allegria, gioia e serenità. Il coraggio della principessa Ester

Un laboratorio sulla festa di Purim, il carnevale ebraico, per costruire assieme maschere e raganelle. Tutti i partecipanti sono invitati a presentarsi mascherati.

La festa delle Sorti, Purim, commemora lo scampato pericolo per il popolo ebraico dal decreto di sterminio emanato circa 2500 anni fa da Assuero, Re di Persia. Grazie all’intervento coraggioso di Ester la storia iniziata in maniera negativa si trasforma in un evento di grande gioia e festa.

costo attività: 7 euro

domenica 26 febbraio ore 11.30

Charlie Chaplin e la rivoluzione della comicità

Icona del cinema di tutti i tempi, Chaplin seppe trattare temi di attualità con la grazia dell’ironia e lo sberleffo della parodia, rivoluzionando per sempre la comicità.  Sebbene non ebreo, con la sua interpretazione de Il Grande Dittatore, divenne un simbolo della protesta contro le persecuzioni antisemite.

A quaranta anni dalla scomparsa, ripercorriamo la carriera di questo intramontabile attore con la proiezione e il commento di alcuni spezzoni del film. Un’occasione per approfondire il tema delle leggi razziali e della persecuzione ebraica all’interno del percorso museale.

costo attività: 7 euro

Domenica 29 gennaio ore 11

in occasione del Giorno della Memoria

Il Canto e la Memoria, Dante e Primo Levi a confronto

Il ventiseiesimo canto dell’Inferno, nel quale Dante incontra Ulisse, è considerato uno dei momenti più belli di tutta la Divina Commedia. Proprio il ricordo di quei versi è per Primo Levi uno strumento di salvezza nell’inferno dei lager.  Ecco che la memoria, oltre a diventare strumento di resistenza passiva, diventa anche dovere morale.
Letture e commenti, per mettere a confronto due autori, allo stesso tempo, così lontani e così vicini.
E’ consigliata la prenotazione scrivendo a sinagoga.firenze@coopculture.it o telefonando allo 055 – 2346654.
Costo 7 euro

Venerdì 13 e 27 gennaio alle ore 16

due visite guidate alla mostra della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze E le acque si calmarono (Genesi 8.1). A cinquant’anni dall’alluvione il restauro dei libri ebraici della Biblioteca Nazionale e dell’antica biblioteca ebraica fiorentina.

Ideata dalla Fondazione Beni Culturali Ebraici in Italia e dedicata al patrimonio ebraico colpito dalla furia dell’Arno, presenta antichi manoscritti della Comunità ebraica fiorentina, ai quali si affiancano incunaboli e cinquecentine, oltre a molte edizioni antiche alluvionate e restaurate presenti nei fondi della Biblioteca Nazionale Centrale. Volumi recuperati e valorizzati che permettono di approfondire la storia plurisecolare della Comunità ebraica fiorentina, il suo contributo al progresso culturale ed economico della città, i molti personaggi che lasciarono il segno. In contemporanea il Museo Ebraico di Firenze, ospita una mostra suggestiva dove antichi registri delle confraternite ebraiche recuperati, manufatti restaurati e proiezioni video, raccontano il dramma dell’alluvione del 1966, all’interno del grande Tempio ebraico fiorentino.

Domenica 8 gennaio ore 11

Un viaggio dentro la Sinagoga e nelle sale del museo, in compagnia di una guida specializzata, alla scoperta delle lingue e dei dialetti ebraici. Ѐ la particolare iniziativa che consentirà agli ospiti di muoversi fra iscrizioni sinagogali, dell’ebraico della Torà e del testo aramaico dei contratti nuziali, per comprendere le sfaccettature dei diversi linguaggi e il loro utilizzo nella vita ebraica quotidiana. L’appuntamento è promosso da CoopCulture e prevede un costo di 7 euro comprensivo di ingresso e attività.

Venerdì 2 e 16 dicembre, alle ore 15.30

due visite guidate alla mostra della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze E le acque si calmarono (Genesi 8.1). A cinquant’anni dall’alluvione il restauro dei libri ebraici della Biblioteca Nazionale e dell’antica biblioteca ebraica fiorentina.

Siena


Tutte le domeniche (2/9/16/23/30) i lunedì (3/24) e i giovedì (6/13/20/27) di aprile

Andare per ghetti e giudecche: scopriamo la sinagoga di Siena

Visite guidate ogni mezz’ora dalle 10:45. Ultimo ingresso 16:45

Costo: 4 euro biglietto intero; 3 euro ridotto; biglietto famiglia (2 adulti e 2 minori) 10 euro.

Per informazioni: 0577-271345, sinagoga.siena@coopculture.it


Domenica 23 aprile ore 16

Objects in focus – Simboli dell’ebraismo: la Menorà

Un viaggio virtuale alla scoperta di quello che è stato definito il “logo” dell’ebraismo mondiale: la menorà, il candelabro a sette bracci.

Un simbolo ricco di significati profondi per la cultura ebraica che saranno spiegati e approfonditi anche con immagini, video e documenti. L’appuntamento vuol essere di introduzione alla prossima apertura della mostra storica “Menorà: culto, storia e mito” che si inaugurerà ai Musei Vaticani e al Museo Ebraico di Roma il 15 maggio 2017 e che esporrà centinaia di opere provenienti da musei e biblioteche di tutto il mondo.

Costo: 5 euro; biglietto famiglia (2 adulti e 2 minori) 10 euro.

Prenotazione consigliata 0577-271345 o sinagoga.siena@coopculture.it


EVENTI PASSATI:

Domenica 5 marzo ore 10.30

Dopo l’incontro della scorsa settimana de La collezione archeologica Mieli – Servadio, tra Siena, Chianciano e Chiusi è prevista una visita guidata alla collezione Mieli, all’interno del Museo Archeologico Nazionale di Siena. Appuntamento all’ingresso del Santa Maria della Scala.

Per informazioni e prenotazioni infoscala@comune.siena.it; tel. 0577 53450.


Domenica 26 febbraio ore 16

La collezione archeologica  Mieli Servadio fra Siena, Chianciano e Chiusi. Storia di una famiglia ebraica in Toscana fra ‘800 e ‘900

Incontro con Giulio Paolucci, direttore del Museo Archeologico di Chianciano, Debora Barbagli, Museo Santa Maria della Scala e Anna Di Castro, Sinagoga di Siena

Sempre domenica 26 febbraio sono previste visite guidate alla Sinagoga, ogni mezz’ora dalle 12.45, ultimo ingresso alle 16,45. Costo visita intero 4 euro, ridotto 3 euro, biglietto famiglia 10 euro (2 adulti e 2 minori).


Domenica 5 febbraio ore 11.30 

Lo Spazio Punto. Marco Andrea Magni alla Sinagoga di Siena.

Da domenica 5 febbraio la Sinagoga di Siena ospiterà Lo Spazio Punto, una selezione di opere dell’artista Marco Andrea Magni. Pensato all’interno della rassegna Febbraio al Museo l’appuntamento apre un ciclo di incontri sull’arte contemporanea che si svolgerà in Sinagoga lungo i prossimi mesi. L’inaugurazione è prevista alle 11,30.

Le opere di Marco Andrea Magni (Svizzera, 1975) entrano in relazione con il luogo che le accoglie, non uno spazio espositivo ma luogo di identità storica e simbolica che esprime l’agire, con le sue forme e i suoi linguaggi, della comunità che lo vive. Le opere inserite nello spazio della Sinagoga, diventano una tautologia delle lettere dell’alfabeto ebraico con le sue infinite declinazioni in concetti, forme e attitudini. L’esposizione, seppur non ispirata da un sentimento riconducibile a qualche forma di credenza o professione di fede, si presta a un dialogo con il luogo sacro e lo completa secondo le direttrici comuni all’arte e alla religione dello stupore mistico e dell’atto creativo.

Lo Spazio Punto, visibile fino al 19 febbraio, è realizzato in collaborazione con la galleria FuoriCampo di Siena ed è complementare alla mostra in corso negli spazi della galleria di via Salicotto fino al 28 febbraio.

Nella stessa giornata, domenica 5 febbraio, sarà possibile prendere parte alle visite guidate alla Sinagoga, ogni mezz’ora dalle ore 10.45, ultimo ingresso ore 16.45. Costo 4 euro intero, 3 ridotto, 10 euro biglietto famiglia (2 adulti e 2 minori).

Domenica 19 febbraio ore 15.30
Aspettando Assaf Gavron

Letture, proiezioni e approfondimenti sull’opera dell’autore israeliano che con i suoi romanzi racconta la difficile attualità del suo Paese, una iniziativa che anticipa di un giorno la presenza di Gavron ospite della dell’Università per Stranieri di Siena all’interno della rassegna Balabrunch, tappa senese del progetto RE.T.E. (Rete Toscana Ebraica) promosso dalle comunità in collaborazione con la Regione per proporre un’offerta culturale strutturata sull’intero territorio.

Sempre domenica 19 febbraio sono previste visite guidate alla Sinagoga, ogni mezz’ora dalle 10.45, ultimo ingresso alle 16,45. Costo visita intero 4 euro, ridotto 3 euro, biglietto famiglia 10 euro (2 adulti e 2 minori).

Domenica 12 febbraio ore 11

A lezione con Rav Piattelli. Bioetica e tradizione ebraica.

Proseguono alla Sinagoga di Siena gli incontri mensili dedicati ad approfondire la conoscenza dell’ebraismo. Cosa prescrive la tradizione ebraica, e quali sono le differenze con le altre fedi, su temi come fecondazione assistita, aborto o eutanasia? L’incontro intende indagare come la tradizione etica e giuridica ebraica si relaziona a queste tematiche complesse e sempre attuali. È richiesta la prenotazione, l’attività ha un costo di 5 euro.

Sempre domenica 12 febbraio sono previste visite guidate alla Sinagoga, ogni mezz’ora dalle 10.45, ultimo ingresso alle 16,45. Costo visita intero 4 euro, ridotto 3 euro, biglietto famiglia 10 euro (2 adulti e 2 minori).

Domenica 29 gennaio 

Doppio appuntamento in occasione del Giorno della Memoria

ore 11 la Sinagoga aderisce all’iniziativa nazionale La shoah nell’arte esponendo un’opera di Paola Levi Montalcini. A seguire focus di approfondimento sull’artista.

ore 16 lettura animata per bambini dai 6 ai 12 anni La città che sussurrò. Attività gratuita, prenotazione al numero 0577/271345 o sinagoga.siena@coopculture.it

 

Coopculture © 2014

C.so del Popolo 40 | Mestre (VE) 30172 | Par. IVA 03174750277 | www.coopculture.it